Ötzi Alpin Marathon

Il 29 aprile prende il via la 14ᵃ edizione della Ötzi Alpin Marathon, eccellenza dello “sport a tre” sia perché racchiude l’abbinamento atipico di mountain bike, corsa e scialpinismo, sia perché permette a squadre composte da tre atleti di effettuare un tratto di percorso ciascuno, uno per disciplina. Una gara in cui gli atleti, su un percorso di 42,2 chilometri e 3266 metri di dislivello, non devono solo dimostrare una perfetta preparazione fisica ma anche un’eccezionale versatilità. Possono partecipare non solo individui singoli, ma anche squadre di tre atleti che si suddividono le specialità. Si parte da Naturno (550m), dove tutto è in piena fioritura, per raggiungere il ghiacciaio della Val Senales a un’altezza di più di 3.200 m sopra il livello del mare.

Al C.O. stanno pervenendo numerose iscrizioni, ma i favoriti al successo finale sembrano ancora Roland Osele ed Anna Pircher, per loro già bis di vittorie alla Ötzi Alpin Marathon, tuttavia dobbiamo ancora entrare nel “vivo” delle partecipazioni, e chissà che non ci scappi qualche sorpresa, magari proprio con qualche concorrente che non perderà tempo e andrà ad allenarsi sull’itinerario di gara di 42.2 chilometri e 3266 metri di dislivello, con start da Naturno e arrivo all’ambito ghiacciaio della Val Senales.

L’iscrizione prevede quote singole di 80 euro e quelle in staffetta di 185 euro da suddividersi fra i tre triatleti. Nel dettaglio dei tratti singoli, i bikers dovranno effettuare i primi 24.2 km dall’avvio fino a Madonna di Senales, i corridori 11.8 km da Madonna di Senales a Maso Corto ed infine gli skialpers non dovranno far altro che prendere in dote il passaggio di consegne e portare a compimento gli ultimi 6.2 km scialpinistici da Maso Corto a Grawand, ovviamente nel caso si tratti di partecipazioni in team, i triatleti “puri” dovranno invece effettuare tutte e tre le prove in successione. Ritrovo per tutti alla Casa della Comunità a Madonna di Senales con uno sfizioso pasta party, celebrando una quattordicesima edizione che riempirebbe d’orgoglio anche Ötzi, la mummia del Similaun!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Marco

Digital PR | Social Media PR | Editore | Giornalista on line | Blogger https://it.linkedin.com/in/marcospampinato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *